IL COLLEGIO DI LECCE AL PRESTA RICONOSCE E RINNOVA LA STORIA

 Quando arrivi a Lecce vieni assalito da un sentimento si scoramento, distese di ulivi secolari sembrano chiome di capelli brizzolati. Alcuni addirittura sono secchi. Da queste parti la Xylella ha mietuto e sta mietendo il più grande “disastro” della storia agricola pugliese. Non muoiono solo gli alberi, non solo si perde una produzione d’olio straordinaria e di alta qualità, si piega si fiacca la schiena di imprenditori che per secoli hanno avuto cura di questa terra e del suo simbolo l’ulivo.Eppure quando con Dino Lattarulo e Mimmo Giannotta arriviamo al Presta ci appare la scuola con la sua forma storica.

Continua a leggere

  • Visite: 323

IL PERITO AGRARIO, A COSENZA, UNA RISORSA PER IL TERRITORIO

Avevo sentito parlare delle qualità della Preside dell’ITA G. Tommasi, la Prof.ssa Graziella Cammalieri, ma sin dai primi istanti si avverte che la fama è sottostimata. Come un bravo pastore ci conduce alla visita dei suoi fiori all’occhiello: la cantina (lo spumante è stato apprezzato anche a Vinitaly), i laboratori, i terreni vitati, con olivi e gli orti e … al confine del verde che è rimasto la RAI, che mi sussurrano da queste parti essere un poco distratta nei confronti della scuola agraria. Ma!!! Forse i giornalisti sono oberati di lavoro di altro genere. La malavita attira più dei progetti educativi e professionalizzanti delle scuole. Ma quel palazzo della RAI adiacente alla scuola è li a ricordare che la scuola agraria, ormai al centro della città, è la vedetta, il cuore agricolo della terra cosentina.

Continua a leggere

  • Visite: 350