LONIGO PATRIA DELLA GARA NAZIONALE FRA ISTITUTI TECNICI AGRARI

Gala-5.jpg

Dal balcone della Villa San Fermo Lonigo si presenta in tutta la sua straordinaria bellezza. In questa terra Vicenza realizzato uno dei borghi più belli d’Italia. Un borgo intriso di storia, di Fede e di Cultura. In questa culla dell’agricoltura la Regione Veneto ha finanziato l’istituzione della Banca del germoplasma delle varietà di frumento e di mais, riconoscendo quell’alto valore scientifico di ricerca e sperimentazione che lo “Strampelli” ha sempre rappresentato per l’Italia.

In questa culla delle agricolture da più di sessant’anni l’Istituto Tecnico Agrario A. Trentin, prepara le professioni dell’agricoltura, degli alimenti e dell’ambiente. E’ da qui che l’anno scorso era partito il giovani studente che aveva vinto la Gara nazionale tra gli Istituti Tecnici Agrari indetta dal Ministero della Pubblica Istruzione. Grazie alla vittoria del bravo, estroverso e simpatico Matteo Ferrarin, la Gara in questi giorni si è svolta proprio a Lonigo. Una commissione presieduta dall’appassionata dirigente, la D.ssa Gigliola Tadiello, ha avuto il compito di valutare 55 ragazzi provenienti da altrettanti ITA italiani, presenti in 14 regioni. Giovani accompagnati dai loro insegnanti o dai loro dirigenti si cimenteranno per dimostrare che anche la competizione legata alla capacita critica e alle conoscenza aiuta a far crescere professionisti pronti ad affrontare le sfide del lavoro.

A rappresentare il CNPAPAL è stato nominato il consigliere vicentino Povolo, che in questa magnifica terra vive e opera, con quella passione che coniuga conoscenze e amore per la terra. Se non si ama la terra si rischia di violentarla, e lei in silenzio, prima o poi si rivolta contro l’uomo. Fra prove scritte e test gli studenti che traggono dall’unicità dell’indirizzo agrario tutta la loro straordinaria preparazione cercheranno di strappare il primato al Trentin.

La “Preside” nel programma della gara ha voluto inserire una serata di Gala nella quale distribuire gli attestati di partecipazione ai concorrenti. Una serata che sin dalle prime note dei brani suonati da un complesso rock dell’istituto ha coinvolto tutti i partecipanti. A questo straordinario evento che ancora una volta ha dimostrato come le qualità dei giovani debbano solo essere conosciute e valorizzate non poteva mancare la categoria che li rappresenta il Collegio dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati, con il Presidente di Vicenza, Eugenio Bortoli, Paolo Bolla, il consigliere Guido Povolo, che la gara l’ha seguita in veste di commissario di giuria e il Presidente Nazionale Braga.

Una gara che inorgoglisce la scuola, la nostra categoria e che spalanca le porte del futuro a tutte le agricolture italiane.

  • Visite: 417