Per contatti telefonici: 0648906713

itzh-CNenfr

A IMPERIA ALL’ITA RUFFINI, LA CINQUE GIORNI DI #GUARDAORAILTUOFUTURO# RITROVA LA COLTIVAZIONE DELLA LAVANDA

A IMPERIA ALL’ITA RUFFINI, LA CINQUE GIORNI DI #GUARDAORAILTUOFUTURO#

RITROVA LA COLTIVAZIONE DELLA LAVANDA

Certe intuizioni assumono un sapore particolare se l’evento diventa coinvolgente delle istituzioni pubbliche, delle imprese che diventano start up rigeneranti il territorio, dei rappresentanti dei professionisti, e di tutta la scuola, studenti in prima fila.

E certe intuizioni crescono e si sviluppano nel tempo grazie alla passione e alla lungimiranza di chi le ha pensate, progettate, proposte e avviate.

È nato un poco così l’evento #guardaoriailtuofuturo# dalla felice intuizione della prof.ssa Armida Drago, che ha trovato il terreno fertile nel “Preside” dell’IIS Ruffini di Imperia, l’Ing. Luca Ronco. Il Ruffini, da queste parti, è un istituto già affermato per gli indirizzi Tecnico per Geometri, Tecnico per il Turismo, Tecnico Rim/Sis e per il nostro giovane Tecnico Agrario.

Un Istituto, quello Tecnico Agrario, rafforzato dal primo Istituto Tecnologico Agrario della Liguria, presieduto dall’Agronomo Enrico Zelioli, che si propone al territorio quale propulsore di ripresa e valorizzazione di quelle straordinarie specificità, anche storiche, che fanno di Imperia una delle perle del florovivaismo, dell’oleicolo ed oggi del recupero e coltivazione delle piante officinali italiana.

La cinque giorni è stata aperta dall’Istituto Tecnico Agrario dal Vicepresidente della Regione Liguria, Alessandro Piana. Una presenza, la sua, non solo formale per quel ruolo di Assessore all’agricoltura, allo sviluppo dell’entroterra e alla promozione territoriale, ma sostanziale per quel suo essere dentro le dinamiche della sua terra. Anche l’Istituto Tecnico Agrario e l’ITS hanno avuto avvio a Imperia per la sua disponibilità e quella del Sindaco l’On. Claudio Scaiola. Ma ciò che qualifica i percorsi professionalizzanti, soprattutto della formazione tecnica, si fondano su quei principi di stretta connessione fra scuola e territorio che non sono mai né facili e né scontati. Ed è la presenza delle istituzioni, soprattutto quella della Regione e del Comune, che diventano “sollecitanti” i soggetti delle imprese e della libera professione a connettersi con la scuola.

Al Ruffini la presenza di Paolo Di Massa e Leonardo Papone della Diemme Fiori, che fra i principi fondanti del suo operare vi è il portare i valori (profumi e colori della bellezza dei fiori Sanremesi e di tutta la provincia di Imperia) della tradizione locale nel mondo e che con uno sguardo al futuro stanno recuperando la tradizionale coltivazione della lavanda a Imperia; e Federico Guadalupi un giovane appassionato psicologo titolare dell’Az. Agr. Biodiversamente, che ha scoperto le qualità terapeutiche dell’agricoltura sociale, quali testimonial delle start up che anche loro stanno recuperando la storica coltivazione della lavanda (una essenza che nel terroir di Imperia diventa unica), ha coinvolto i giovani studenti in una gara che la prof.ssa Drago ha definito “una vera avanguardia educativa”, che avrà quali vincitori proprio gli studenti e il loro territorio.

La gara, affiancata dai testimonial, ha coinvolto gli studenti nella “Scelta e ideazione e progettazione di una nuova coltivazione di aromatiche, individuazione del mercato di riferimento ed immissione”.

Vuoi vedere che il Ruffini sarà un apripista nel promuovere queste avanguardie educative che sono il pilastro per dar gambe al testo unico piante officinali che dovrebbe attenuare, almeno un poco, vantando una tradizione leader nel mondo della cosmesi, quella dipendenza di approvvigionamento che il nostro Paese ha nei confronti dei paesi esteri, superiore all’80 %?

I Periti Agrari e Periti Agrari Laureati della Liguri, rappresentati dal Presidente Giovanni Bovalina, accompagnato dal Presidente Nazionale Mario Braga,  che in questa scuola hanno la sede, sono sempre presenti ad accompagnare i giovani nel loro diventare professionisti di sé stessi e per gli altri, soprattutto in una Regione che sta riscoprendo delle qualità progettuali che trovano fondamento nel valore della rete, della filiera agricola, agrocosmetica, agroalimentare, come evidenziato dal Vicepresidente della Regione Piana; ed anche oggi sono qui a sostenere questo progetto, di vita, perché hanno creduto e credono che questo è il più bel lavoro dell’uomo per l’uomo.

Al Ruffini è nata un’idea. Al Tecnico Agrario Ruffini si è sviluppata un’idea.

Al Ruffini, in questo ponente della Liguria dove il sole va a dormire dopo aver irradiato per un giorno intero il mare e questo giardino terrestre, quell’idea sta diventando realtà, la lavanda d’Imperia è pronta a profumare corpi, cibi e luoghi, e a rendere belle le architetture naturali delle colline d’Imperia.

 

© Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati
Codice Univoco: UFUWED | Codice Fiscale: 80059230583 | PEC [email protected]
 Website realizzato internamente dal CNPAPAL tramite software Open-Source