itzh-CNenfr

A BASSANO LA GARA NAZIONALE DEGLI ITA

L’emozione della Preside Marchetti era palpabile. Si sa chi viene da altre “scuole” avverte lo stupore a vivere nella straordinaria realtà dell’Istruzione Tecnica Agraria. Un percorso scolastico professionalizzante che non lascia indifferenti, che nel legame con la terra alimenta competenze e relazioni diffuse e di qualità.

Presenti quasi cinquanta istituti il Parolini di Bassano compreso, fuori concorso in quanto uno dei suoi allievi aveva vinto l’edizione precedente del 2018 (chi vince ospita), con giovani e accompagnatori, molti Presidi, Vicepresidi e insegnati, venuti da tutta Italia.

Alla serata d’onore non ha voluto far mancare la sua presenza la Presidente di Re.N.Is.A., la prof.ssa Marini, pur provenendo da un altro importante appuntamento che si è svolto a Genova. Così come hanno voluto essere presenti le autorità di Bassano del Grappa e di Pove del Grappa (Vicesindaco e Sindaco). L’istituto Parolini divide la sede fra i due comuni che insieme sostengono la loro scuola.

Momento clou della serata è stata la distribuzione agli studenti partecipanti alla gara degli attestati e … una la consegna di una quercia.

Quest’ultima iniziativa è nata da un’idea del nostro Presidente di Vicenza Bortoli e soprattutto dalla fresca e fantasiosa dinamica di Nicola Moro, che ha svolto la funzione di commissario della gara. Nicola del resto da queste parti lo conoscono e lo apprezzano per quel suo modo naturale di “narrare” la bellezza della nostra professione e di tutto ciò che si genera dalla terra.

Una quercia, quella donata dal Collegio, che i ragazzi hanno assicurato cureranno come simbolo di forza e coraggio.

Ed il Consiglio Nazionale con Guido Povolo (avendo vinto per due anni consecutivi si sta specializzando in corsi scolastici) era lì a testimoniare che gli ITA non si svendono a nessuno ma qualificano la nostra storica categoria. E quest’anno compie 90 anni, si fa per dire, perché Periti Agrari in professione già operavano nei primi decenni dell’ottocento.

Al termine della serata la soddisfazione dipinta su tutti i volti è stato il miglior riconoscimento al lavoro organizzativo che tutto l’istituto Parolini ha messo in campo, ed i molti baci raccolti dalla Preside sono stati la migliore espressione di una scuola che sa esprimere anche sentimenti di riconoscenza.

 

  • Visite: 235