Per contatti telefonici: 0648906713

itzh-CNenfr
IMPORTANTE

L’AGRICOLTURA VISTA DAL DRONE

Si è svolto sabato 9 aprile presso la sala riunioni della Pubblica Assistenza “Croce Bianca” di Busseto il convegno dal titolo: “L’agricoltura vista dal drone”, organizzato dal Collegio dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati della Provincia di Parma.

Il convegno è stato aperto dal Presidente del Collegio, p.a. Giorgio Faroldi, che ha introdotto l’argomento della giornata di studio e di approfondimento riguardante l’innovativa applicazione delle foto aeree ottenute dai voli eseguiti con APR nel settore dell’agricoltura. Dopo i graditi saluti delle autorità intervenute, quali il Sindaco del comune di Busseto Maria Giovanna Gambazza,  l’on. Giuseppe Romanini,  componente la XIII Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati nell’attuale legislatura, Barbara Lori, già sindaco del comune di Felino, responsabile servizio informativo regionale Emilia – Romagna.

La parola è passata all’ing. Michele Antonioli che ha illustrato la normativa vigente per gli impieghi tecnici civili degli APR, descrivendo le tecniche e le fasi relative alla raccolta dei dati tramite tali strumenti. La relazione è stata supportata da numerose immagini ed elaborazioni grafiche che hanno dato modo ai partecipanti di confrontarsi con l’aspetto reale della tecnologia descritta.

Successivamente ha relazionato la giovane p.a. Elena Concari, che ha dettagliatamente illustrato l’applicazione dei rilievi tramite APR in agricoltura. Primo aspetto illustrato è nel campo assicurativo in cui la precisione delle superfici e la gravità del danno  rilevati consente di elaborare risposte chiare ed univoche. L’intervento della p.a. Concari ha evidenziato inoltre quanto sia fondamentale l’esperienza e la conoscenza in materia agronomica del tecnico addetto alla fotointerpretazione per una corretta elaborazione della massa di immagini a disposizione, a sostegno e non a sostituzione del “perito liquidatore”.

Dopo una breve pausa, è poi seguito l’intervento del dott. F. W-Badeck, ricercatore dell’ente CREA, che ha illustrato un altro aspetto applicativo dell’uso della tecnologia APR. in agricoltura, i rilievi ad alta precisione relativi agli studi di genetica vegetale, in quanto  è possibile rilevare in pieno campo dati che, senza tale tecnologia, sono solo stimati, con enorme beneficio in termini di precisione ed affidabilità.

Con l’intervento successivo, portato dal p.a. Sergio Lombardelli, già Ispettore Calamità Naturali,  si è tornati a parlare dell’applicazione in campo assicurativo calamità naturali. Egli  ha sottolineato come l’efficacia e l’efficienza degli APR possa aiutare in modo preciso e puntuale a risolvere i contenziosi in sede di liquidazioni. L’acquisizione di dati certi, misurabili ed incontrovertibili permette di dare risposte sicure ed eque, che un tempo potevano essere affidate solamente all’esperienza ed autorevolezza dal parere tecnico dell’operatore. Oggi, con questa nuova tecnologia, è presente uno strumento insostituibile nelle già esperte ed affidabili mani dei tecnici peritali che operano in ambito dei danni da calamità naturali, un sostegno forte e preciso dato dalla sinergia delle attività tecniche di volo ed alle competenze agronomiche.

Successivamente è intervenuto il Vice Sindaco di Busseto Luca Concari, che ha riconosciuto, da esterno, la chiara efficacia della tecnologia presentata e ne ha ipotizzato applicazioni in campo amministrativo, per la gestione rapida ed efficace del territorio.

Non da meno è stato l’intervento del funzionario di AGREA  dott. Giuseppe Ardizzoni, che ha specificatamente parlato dell’eventuale uso del sistema presentato nei controllo oggettivi nelle nuove forme di sostegno al reddito agli agricoltori.

La chiusura dei lavori è stata affidata al Presidente del Collegio Nazionale dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati p.a. Lorenzo Benanti che ha voluto in particolare rivolgersi ai giovani studenti per sottolineare quanto, nonostante i mezzi a disposizione dei tecnici siano sempre più precisi ed all’avanguardia, la professionalità, la competenza e la continua ricerca e formazione individuale siano comunque fondamentali e facciano realmente la differenza, in ogni campo.

Il convegno è stato organizzato con la partecipazione e il fattivo contributo della ditta “Progetti e Servizi” s.r.l., Il Presidente e i componenti il  Consiglio del Collegio dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati della provincia di Parma, esprimo i più vivi ringraziamenti al Presidente ed al Consiglio dell’Assistenza Pubblica “Croce Bianca” per la disponibilità e collaborazione dell’evento, il Sindaco per la Sua presenza e alla città di Busseto per l’accoglienza.

  • Creato il .
  • Visite: 4231

© Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati
Codice Univoco: UFUWED | Codice Fiscale: 80059230583 | PEC [email protected]
 Website realizzato internamente dal CNPAPAL tramite software Open-Source