itzh-CNenfr

REZZADORE 12 ANNI AL SERVIZIO DEL COLLEGIO DI ROVIGO

Nessuno se lo aspettava, nemmeno lui.

Il bel convegno aveva concluso i suoi lavori. Tutti si alzavano, si salutavano, affidavano a brevi battute il commento della serata e la suadente e decisa voce della giornalista, la D.ssa Ferrari , richiamava i convegnisti ad un attimo di attenzione invitandomi a spostarmi davanti al tavolo dei relatori. I colleghi con curiosità si fermavano chiedendosi cosa stesse succedendo

Il Presidente Pezzuolo nel frattempo si era allontanato. Tornava dopo poco con in mano un quadro. Chiedeva attenzione, e le sue parole hanno fatto comprendere che il momento stava assumendo un carattere solenne.

Massimo è un nuovo presidente che da sempre ha vissuto nel Collegio e sa, insieme al nuovo Consiglio, da poco insediato, e tutti gli iscritti, che la storia non ha inizio, ne fine. La storia imprime ogni giorno la sua narrazione, scrive la sua pagina, e le parole migliori sono quelle scritte con il bianco e blu della riconoscenza.

Ed è qui che lo stupore dell’ex presidente Rezzadore  si è manifestato. Non se l’aspettava. Lui a guidare per dodici anni il “suo” Collegio, figlio del “Suo” impegno da educatore e formatore e figlio del “Suo” credere nella categoria. Molti dei presenti sono stati “Suoi” allievi, ma tutti i presenti sono stati e sono i suoi iscritti, professionisti che onorano quotidianamente l’essere Periti Agrari e Periti Agrari Laureati. Gianfranco non ha fatto il Presidente, lo è stato, con il suo equilibrio, qualche volta incompreso, sempre volto a costruire unità, unità e ancora unità. Rovigo con la sua presidenza ha potuto vantare anche una presenza non breve nel Consiglio Nazionale, con il collega Salvan che ha concluso la sua avventura romana rivestendo la carica di tesoriere. Lo ha fatto comprendendo il tempo che stava evolvendo, mai sottraendosi anche alle riflessioni più impegnative quali la costituzione di un Collegio Interprovinciale o la promozione di un unico servizio per alcuni fra i Collegi territoriali del Veneto. Gianfranco (Rezzadore) c’era sempre e sempre rispettoso di tutti. Ma il suo capolavoro lo ha compiuto nelle ultime elezioni per il rinnovo del Consiglio di Rovigo. Con la serenità dell’autorevole Padre di famiglia ha favorito il ricambio senza abbandonare il campo, anzi è rimasto con i suoi Periti Agrari ha portare il suo contributo di esperienza, di passione e di perseveranza. I suoi occhi però l’hanno un poco tradito, non sono riusciti a nascondere la sua commozione quando il Presidente Pozzuolo a nome di tutto il Consiglio ha letto la bella frase riportata nella targa ricordo. Una targa che con orgoglio e onore certamente svetterà soprattutto nel suo cuore di Perito Agrario. Essere lì è stata una grande soddisfazione perché ho sempre più la sensazione che la nostra categoria ha ancora molto da esprimere e con uomini e squadre così si può ancora pensare in grande.

Complimenti e auguri Gianfranco “Presidente per sempre”.

 

            Mario Braga

  • Visite: 410